Corri!!

Se non torno subito a Bologna divento una balena.
Resisto a tutta la carne e alla frittura che si sussegue sulla tavola, mangiando verdura, legumi e poca pasta. Ma i dolci... ogni giorno un paio di dolci nuovi e a quelli proprio non so resistere, la bulimia si combina con la golosità ed è la fine.

I discorsi dei miei mi terrorizzano, si lamentano per il sale, per la cottura, hanno voglia di questo e di quello.
In pratica, vogliono godere a tavola, ricercano nel cibo quella felicità che non trovano nella vita. Anche io faccio così ed è per questo che mi faccio schifo. Non per il corpo, mi faccio schifo perchè do al cibo un valore inaccettabile.

Vorrei poter diventare anoressica, vorrei poter odiare il cibo, non gustarmelo, rifiutarlo. Lo so che non è la soluzione, che voi ragazze soffrite quanto me, ma alla mia mente malata la sofferenza non spaventa più di tanto.

Basta. Sono solo altri due giorni.
Vi prometto, ragazze, che non toccherò nessun tipo di dolce e a Bologna si inizia con la dieta bilanciata.
Ora che l'ho promesso, non posso fallire. Statemi accanto.

2 commenti:

    On 8 aprile 2010 09:19 REVY. ha detto...

    La sofferenza sembra un sottile graffio. La sofferenza di contare calorie grassi e tutte quelle cose lì sono solo piccoli graffi.
    Non c'è paragone alla sofferenza che provo nello specchiarmi, nel farmi sfiorare guardare abbracciare.

    Anche tu di Bologna?
    Felice di saperlo, anche io abito qui(:

     
    On 8 aprile 2010 12:00 Lama ha detto...

    Che bello, che bello io mi sono trasferita da poco e non conosco nessuno e non so mai cosa fare. Magari puoi darmi qualche dritta!!
    Hai skype? il mio contatto è Alpina-...- contattami!

     

Blogger Templates by Blog Forum